12° Rievocazione storica della Occhieppo-Graglia – domenica 5 maggio 2019

Domenica 05 maggio si è svolta la 12° RIEVOCAZIONE STORICA DELLA OCCHIEPPO-GRAGLIA. Il Club A.M.S.A.P. di Biella (Auto Moto Storiche Alto Piemonte) ha dato vita alla Rievocazione della corsa in salita che si svolgeva negli anni settanta e che partiva, appunto, da Occhieppo Superiore per finire al Santuario di Graglia.

Il percorso classico raggiungeva il ponte sull’Elvo, svoltava nella strettoia di Muzzano, attraversava il paese per, poi, salire passando dalla epica “Curva dell’acquedotto” e seguendo il ripido tratto successivo, fino al Santuario di Graglia. Non voglio elencare i nomi dei piloti che l’hanno corsa e vinta, perché ne dimenticherei, senz’altro, qualcuno ma, per i Biellesi, citerò solo due nomi di nostri concittadini, purtroppo, già mancati: Claudio Maglioli e Franco Perazio.

La manifestazione rievocativa è la dodicesima che l’A.M.S.A.P. organizza e si è svolta con la forma di ”Raduno dinamico con prove di abilità riservato ad auto d’epoca”. E’ partita da Massazza nel piazzale antistante la Rinovis, ditta di pneumatici, e la sede di prove della Motorizzazione Civile Provinciale. Si sono presentati al via 55 equipaggi e lo svolgimento della gara era quello di effettuare dei passaggi cronometrati su dei pressostati, collegati ai cronometri dei cronometristi della Federazione Nazionale, che erano stati predisposti, appunto, sul piazzale succitato e in quello del Centro Commerciale The Place.

Una seconda tappa, nel pomeriggio dopo una breve sosta a Villa Mossa di Occhieppo Superiore, permetteva di raggiungere Graglia percorrendo quello che era il tracciato originario della corsa in salita. Anche questa prova era a cronometro, di regolarità, e alla fine della manifestazione veniva redatta la classifica che risultava dai 21 passaggi sui pressostati al centesimo di secondo.

Il vincitore è risultato Costanzo Gennari su Fiat 1100 R di Fiumicino seguito da una serie di piloti biellesi quali Giorgio Delpiano su Porsche 356 Speedster, Cesare Brovarone su Lancia Fulvia Sport, Luigi Vigna su Alfa Romeo G.T. e Marco Thiebat su Fiat 124 Sport Coupè. La scuderia che ha totalizzato il miglior risultato è stata la Giovanni Bracco di Biella che è la sezione sportiva dell’A.M.S.A.P.


Questo slideshow richiede JavaScript.


Annunci